Didattica - Laboratorio

IL CINEMA RACCONTA
Immagini di migrazioni

L’utilizzazione del film come fonte storiografica costituisce una scelta che connota questo lavoro. Il laboratorio didattico si sviluppa secondo un modello da uno a quattro incontri, modulari ed autonomi, della durata di tre ore ciascuno, che prevedono la visione di una pellicola cinematografica sul tema dell’emigrazione, la lettura ed il confronto di fonti diverse, la raccolta e rielaborazione delle informazioni. I film utilizzati nel progetto sono: Pane e cioccolata di Franco Brusati (Italia, 1973); Lamerica di Gianni Amelio (Italia - Francia, 1994); Il cammino della speranza di Pietro Germi (Italia, 1950); Sacco e Vanzetti di Giuliano Montaldo (Italia - Francia, 1971).
Il lavoro su ciascun film è orientato da una scheda storica che va a costruire con gli studenti il quadro di riferimento, e da una scheda filmica, che indaga sulle connessioni tra storiografia e rappresentazione cinematografica.
Il percorso approfondisce la tematica storica dell’emigrazione italiana, quasi assente dai manuali scolastici, sensibilizzando gli studenti ad un dialogo con la propria cultura e con le altre.

vignetta satirica
Sequenza del film Il cammino della speranza.

"Perché i confini sono tracciati sulle carte; ma sulla terra come Dio la fece, per quanto si percorrano i mari, per quanto si cerchi e si frughi lungo il corso dei fiumi e sul crinale delle montagne, non ci sono confini."
Pietro Germi, voce fuori campo in Il cammino della speranza


Percorso: visita guidata al museo e un modulo
Durata: 4 ore
Costo: 8,00 euro a studente