Museo Regionale dell'Emigrazione Pietro Conti

Centro di Ricerca sull'Emigrazione Italiana

Emigrazione.itIl Museo dell’Emigrazione Pietro Conti nasce per sottolineare il patrimonio storico, culturale ed umano legato al grande esodo migratorio che coinvolse l’Italia a partire dalla fine del 1800 e che ha riguardato più di 27 milioni di partenze. Realizzato con la tecnica delle proiezioni video, coinvolge il visitatore in un emozionante percorso a ritroso: l’arrivo, il viaggio e la partenza. Documenti, immagini e racconti provenienti da tutte le regioni d’Italia.
Un viaggio corale che ha per protagonista l’emigrante: gli addii, l’incontro e lo scontro con il paese straniero, la nostalgia, le gioie e i dolori quotidiani, l’integrazione nella nuova realtà, le sconfitte e le vittorie, il confronto e la riflessione con l’immigrazione di oggi.
Il Museo è centro studi, laboratorio didattico e luogo di memoria.




Quando Albert Einstein sbarcò negli Stati Uniti, come tutti gli emigrati, ricevette un modulo da compilare. Tra le molte domande cui bisognava rispondere ce ne era una che chiedeva:
“A quale razza appartieni?” E lui rispose: “A quella umana!”


Emigrazione Magazine


News dal Museo:


“Memorie Migranti”, i vincitori della XII edizione

del: 20/04/2016
A Gualdo Tadino la premiazione ufficiale con il giornalista Guido Barlozzetti.

I vincitori di quest’anno sono: per la categoria “Scuole”, il lavoro "Quando saremo in Merica" della Scuola – Città Pestalozzi di Bagno a Ripoli, in provincia di Firenze, per l'importante lavoro di ricerca che ricostruisce alcuni percorsi familiari recuperando le radici storiche del proprio territorio. Marina Gabrieli di Lecce, per la sezione “Master” con il video "Storie di migranti in terra d’Arneo" realizzato per il progetto GAL Terra d’Arneo, dedicato al fenomeno migratorio del popolo pugliese; per la categoria “Andati in onda”, il documentario "Emergency Exit – young italians abroad" di Brunella Filì di Bari per l'accurata descrizione del contesto attuale delle migrazioni in cui si inseriscono i diversi racconti familiari e personali di una nuova generazione che decide oggi di lasciare l’Italia, realizzando l’istantanea di un complesso fenomeno che dal passato si trasporta nel presente.

www.emigrazione.it/magazine/news_355